Il Giardino dei Semplici

copertina-bramati.jpg

di Gerardo Bramati
edito da Watson Edizioni
Copertina: flessibile
Formato: 15×21 cm
Pagine: 151
In vendita su watsonedizioni.it e gerardobramati.com

Inghilterra, anno del Signore 1498

Alan di Whitby non è un semplice monaco. La stazza possente, l’animo severo e il carattere schivo portano ancora addosso il peso di un martello da fabbro e le ombre di ricordi lontani.

Ora sfama deboli e bisognosi: non permetterà più agli eventi di lasciar emergere l’uomo che era. Ma mentre nello Yorkshire risuonano ancora gli echi di una guerra mai dimenticata, un relitto di cavaliere si presenta all’abbazia per chiedergli aiuto nel nome di un’antica amicizia, e la quiete è infranta.

Un uomo è morto, un assassino si muove nell’ombra e padre Alan, fabbro, priore e soldato di Dio, deve scegliere.

L'istinto materno nuoce gravemente alla salute

istinto materno nuoce gravemente alla salute.jpg

di Debora Porfiri

edito da Pellegrini Editore (2018)
Pagine: 120
EUR 10,00
In vendita su: vedi pagina dell’autrice

Attraverso 52 cronache e altrettante settimane, l’io narrante racconta la propria nascita: dal parto al primo compleanno della figlia, in un tortuoso percorso che la vede nascere ogni settimana in una nuova versione di sé. La protagonista si ridefinisce man mano che si confronta con sua figlia, con il mondo esterno, ma – soprattutto – con se stessa, in un doloroso eppure divertente faccia a faccia.

Il libro spazia da una dolorosa comicità a uno sguardo disincantato e polemico sulla società; da una nostalgia per un ideale irrealizzabile a un consapevole ma sofferto bisogno di far esplodere gli stereotipi.

Superando la consueta dicotomia della maternità come benedizione o malaugurata sorte, questa raccolta di cronache dolce-amare descrive con ironia e schiettezza la costruzione di una nuova identità multivalente: quella di una M.A.M.M.A.

C'era la nebbia a Milano

copertina di leo.jpg

di Franco Di Leo

edito da Libromania (2018)
Genere: Narrativa
EUR 2,99
In vendita su Amazon

Fausto Morandi capisce subito che c’è qualcosa che non va quando rientrando a casa non trova sua moglie Ornella ad aspettarlo. Sono sposati da sei anni e tutto si può dire della donna, tranne che non fosse una persona prevedibile. Dopo aver trascorso la notte intera a chiamare ospedali e a rovistare tra i cassetti, riesce a raccogliere un unico indizio: Ornella si era decisa a vendere un prezioso francobollo appartenuto al padre e aveva un appuntamento con un famoso filatelico del capoluogo lombardo: Armando Lavezzari. Il brigadiere a cui viene esposta la denuncia incrocia subito gli elementi, il nome di Lavezzari era già noto a quel commissariato per una truffa in cui era stato coinvolto.
Le sorprese non sono finite per Fausto: sua moglie ha revocato anche la delega sul conto in comune. Tutti gli indizi fanno pensare a una scomparsa volontaria della donna e per Fausto, che ha tutto da perdere e non ha la coscienza pulita, Ornella diventa il nemico di cui cercare di anticipare le mosse per fare in modo che i suoi tradimenti non vengano a galla, almeno non agli occhi degli altri. Per questo decide di ingaggiare un investigatore privato che risolva il caso al più presto e tuteli la sua reputazione. In un’affascinante Milano degli anni 60’ il giallo iniziale della scomparsa prende improvvisamente un’altra forma e diventa una sfida mozzafiato tra i due coniugi in cui solo il vincitore prende tutto.